TEL.0541 53446
CELL. 335 6241869

  • Spurgo express
  • Camion spurghi
  • Spurgo Camion

disinfestazione non invasiva

SOLUZIONI EFFICACI AI PROBLEMI CAUSATI DA INSETTI, RATTI E PARASSITI

Spurgo Express a Rimini è attiva nel settore della disinfestazione e derattizzazione per eliminare in modo rapido e risolutivo i problemi causati da ospiti indesiderati in case ed edifici a prezzi decisamente competitivi.

I servizi di disinfestazione e derattizzazione vengono effettuati da personale altamente qualificato che impiega esclusivamente i migliori prodotti disponibili.

L'azienda provvede con rapidità ed efficacia all'eliminazione di colonie di roditori, lepidotteri, cimici, zanzare, mosche, blatte e formiche, offrendo preventivi gratuiti, personalizzati e senza impegno.

Di seguito è possibile prendere visione dei principali soggetti degli interventi di disinfestazione e derattizzazione, con le principali caratteristiche di ciascuno.

BLATTE

Di seguito potrete trovare le caratteristiche delle specie di blatte più comuni:

Blatta orientale, è il tipico scarafaggio nero che possiamo trovare nelle nostre case, arrivano dalle tubature di scarico, vive in zone fresche (lavelli, scantinati, garage ecc.), ha consuetudini principalmente notturne, è un ottimo corridore.

Blatta germanica, è in grado di colonizzare ogni tipologia di ambiente con un microclima principalmente caldo e umido, si trova soprattutto in bar, ospedali, ristoranti, all'interno di elettrodomestici; è in grado di realizzare piccoli voli e di salire su superfici perfettamente liscie e verticali, un'altra caratteristica è la facilità con cui colonizza nuovi territori.

Blatta americana, è la più grande delle specie, ha abitudini principalmente notturne, preferisce ambienti caldi e umidi. Presente soprattutto nei pressi di porti e aereoporti, è dotata di ali ben sviluppate ma non vola spesso.

La dieta delle blatte è onnivora, sono attratte soprattutto da rifiuti di ogni tipologia ed in qualsiasi posto ci siano delle tappezzerie, cibo, feci, carta. I danni che principalmente causano le blatte non è per ciò che mangiano ma per l'inquinamento dei prodotti alimentari con cui vengono in contatto.

I principali pericoli per la salute dell'uomo sono i germi patogeni che trasmettono gravi malattie; posso causare gravi reazioni allergiche sia nei bambini che negli asmatici, causate dall’inalazione o ingestione di residui animali deceduti e delle loro feci.

L'habitat confortevole alle blatte, è un luogo inaccessibile, dove di giorno si nascondo. Possono essere presenti nelle nostre abitazioni e in tutte le regioni del mondo, in luoghi dove c'è presenza di cibo.

ZANZARA

Esistono 3 generi principali di zanzara: Culex, Aedes e Anopheles, a seconda della specie queste zanzare possono deporre da 30 a 300 uova.

Tra la zanzara maschio e la zanzara femmina esistono dei dimorfismi: i maschi sono dotati di antenne fittamente piumate mentre le femmine peli radi; hanno abitudini soprattutto notturne (Culex e Anopheles), ma esistono anche specie diurne (Aedes albopictus o “zanzara tigre”). Le femmine si accoppiano una sola volta durante la loro vita, vivono da 2 a 6 mesi e trascorrono l’inverno, in attesa dei primi caldi e delle prime piogge, in ambienti chiusi e al riparo, come in garage, soffitte, cantine, fognature (Culex e Anopheles); mentre le altre specie sopravvivono sotto forma di larve (Culiseta) o uova (“zanzara tigre”).

Il Ciclo biologico della zanzara è composto da 4 stadi: uovo, larva, pupa, adulto.

La femmina individua la preda in base alla vista e all’olfatto; avverte emanazione di anidride carbonica, temperatura, sostanze volatili emesse con il sudore, acido lattico, colori scuri (par ticolarmente per l'Aedes albopictus o “zanzara tigre”).

La puntura di una zanzara nonostante sia fastidiosa, non è pericolosa per l'uomo, ma più che altro per le malattie che può trasmettere.

La Culex pipiens, cioè la tipica zanzara comune, punge soprattutto al crepuscolo e durante la notte; depone le sue uova in acque ferme di paludi, stagni, fossati e piccole raccolte anche con elevata carica organica.

La zanzara Aedes albopictus o anche chiamata “zanzara tigre” ha una dimensione più piccola ed è riconoscibile per le striature bianco/nere che ha sul corpo e sulle zampe. Nella prima fase di colonizzazione di un territorio nuovo vengono depositate poche larve limitate in piccoli contenitori e copertoni d’auto. Generalmente è una zanzara che passa inosservata in quanto ha un volo silenzioso. Nelle fasi successive gli adulti colonizzano le aree vicine (400/500 -mt) seguendo le direzioni dei venti dominanti. Volano a bassa altezza(1/1,5 mt) e durante la giornata si nascondono nelle siepi e nella bassa vegetazione.

SURMOLOTTO

Questo ratto vive sempre in colonia, nidifica soprattutto sotto terra nei pressi di corsi d’acqua, zone trascurate e incolte (rive di fossi, fogne, ecc.)

Il ratto surmolotto è principalmente onnivoro, ma predilige maggiormente alimenti animali e ne consuma 25-60 g al giorno.

La morfologia del ratto Surmolotto

Misure: 19 - 25 cm

Peso: 300 g

Coda: 15 - 22 cm

Escrementi: a forma di capsula di circa 20 mm

Le aree principalmente colpite sono allevamenti, stalle, abitazioni domestiche, depositi di stoccaggio alimentari, rurali e civili ecc.

RATTO NERO

Gli habitat ideali del ratto nero sono sotto terra vicino a corsi d’acqua, zone incolte e trascurate (fogne, rive di fossi, ecc.)

Vive sopratturro in colonie.

Il ratto nero predilige un'alimentazione vegetariana: preferisce alimenti di origine vegetale ed è particolarmente attratto dai cereali consumandone 25-40 g al giorno.

La morfologia del ratto nero

Misure: 15 - 22 cm

Peso: 200 g

Coda: 18 - 25 cm

Escrementi: a forma di fuso, fino a 12 mm

Predilizie abitazioni rurali e domestiche, zone litoranee, depositi di stoccaggio cereali ecc.

TOPOLINO DOMESTICO

L'habitat in cui nidifica solitamente il topolino domestico è un ambiente interno (materiali stoccati, al’interno di mobili, tubature ecc.) e vive da solo.

Il topolino domestico è onnivoro con predilezione per i cereali che consuma a 2-3 g al giorno in più di 10 assunzioni.

La morfologia tipica

Misure: 6 - 9 cm

Peso: 15 g

Coda: 7,5 - 10 cm

Ecrementi: a forma di bacchette 3 - 6 mm

Solitamente vengono infestate abitazioni domestiche, depositi di stoccaggio, magazzini ecc.

CIMICI DEI LETTI

Il nutrimento principale per le cimici dei letti è il sangue, solitamente si insediano in luoghi bui vicini alla preda da pungere. Le condizioni ideali sono la scarsa igiene, l'alta densità di popolazione e l'aumento dei viaggi internazionali.

Non ci sono particolari pericoli per la salute, se non per le reazioni allergiche che si possono manifestare in alcuni soggetti dopo la puntura, in genere non è dolorosa. Infestazioni massive e ripetute possono creare stress psicologici.

L'habitat in cui le cimici dei letti si riproducono sono ambienti malsani e sporchi, oggi possiamo trovarle in treni e camere di albergo, anche di indiscusso prestigio

FORMICHE

Sono numerosissime le formiche presenti sul nostro territorio. Alcune specie sono utili (gruppo rufa) e contrastano insetti patogeni, mentre altre sono dannose per la campagna come la Formica nera (Lasius niger) queste sono protettori di afidi e cocciniglie e nell’ambiente urbano; Formica faraone (Monomorium pharaonis) specie essenzialmente lucifuga ed onnivora è attratta principalmente da dolciumi e carni, liquidi zuccherini, sono le tradizionali frequentatrici delle nostre abitazioni, mentre la Formica argentina (Linepithema humile) è la formica più infestante presente sul nostro paese, poichè protegge afidi e cocciniglie ma anche per gli ingenti danni diretti alla frutta matura, e per la sua presenza massiccia nelle abitazioni e nelle industrie alimentari.

Le formiche vengono attratte da zuccheri e sostanze proteiche, alcune sono predatori di altri insetti e saprofagi in genere.

Sono stati segnalati casi di aggressione a neonati, poichè attratti dall’odore del latte, e a persone durante il sonno e potenzialmente in grado di diffondere microrganismi patogeni. Alcune specie sono dotate di mandibole robuste e affilate e possono provocare morsi dolorosi.

MOSCA

La mosca domestica è il principale dittero infestante delle nostre abitazioni; la mosca dei pollai (Fannia cannicularis) è più piccolina della mosca domestica, è una instancabile volatrice intorno a fonti luminose; La mosca cavallina (Stomoxys calcitrans) molto presente soprattutto in estate nei pressi di allevamenti di cavalli, è una mosca pungente; I mosconi (Calliphora e Lucilia) sono dotati di un olfatto straordinario ed avvertono la presenza di carne anche da alcuni chilometri.

La mosca si basa principalmente su sensazioni visive ed olfattive e da adulto si posa ovunque, attratta indistintamente da qualsiasi cibo solido o liquido, sano e in putrefazione. Al momento della riproduzione ricerca materiali (rifiuti, letamai ecc.) sufficientemente caldi ed umidi.

Le mosche frequentano luoghi ricchi di germi patogeni (feci, espettorati, ferite, immondizie ecc.).

Le mosche sono presenti in tutte le regioni del mondo, vivono essenzialmente negli stessi ambienti abitati dall’uomo e dagli animali.

Le mosche possono essere pericolose per la salute dell'uomo poichè frequentano luoghi ricchi di germi patogeni (feci, espettorati, ferite, immondizie ecc.), sono pericolosissimi potenziali vettori di malattie per l’uomo tra cui: dissenterie, tubercolosi, gastroenteriti, colera, carbonchio, lebbra, tifo, salmonella sono soltanto alcuni esempi del loro potenziale rischio.

LEPIDOTTERI

Le caratteristiche corporali principali dei lepidotteri sono il possesso di due paia di ali ricoperte da piccole scagliette, hanno zampette gracili e si nutrono principalmente di sostanze liquide tramite una proboscide. Al contrario le larve hanno un apparato boccale masticatore e sono prevalemente fitofaghe. Sono insetti con metamorfosi completa e si riproducono mediante fecondazione della cellula uovo previo accompagnamento. Il corteggiamento implica colore e odori, entrambi i sessi secernono un feromone rilevato dal sesso opposto.

Ogni specie di coleottero ha le sue preferenze alimentari, alcune di queste prediligono i magazzini di stoccaggio mentre altre i reparti di lavorazione ma spesso la dieta è in funzione dell'ambiente infestato. Ricordiamo che comunque sono le larve ad attaccare farine, paste, frutta secca, spezie, cioccolata, legumi secchi, ecc. Gli adulti hanno abitudini notturne e non amano ambienti molto luminosi e ventilati. Sono guidati da sensazioni principalmente olfattive ed il loro ciclo biologico è favorito dall'umidità a dalla temperatura.

Per quanto riguarda le tignole non si parla di rischi sanitari diretti, ma è più corretto parlare di danni indiretti dovuti al deterioramento, alla presenza di escrementi e tele sericee negli alimenti contaminati.

COLEOTTERI

I coleotteri sono attratti da materie prime e prodotti lavorati di tipo cerealicoli, farine, spezie, frutta secca, carni, legumi ed altri generi alimentari comunque commestibili. Ogni specie di coleottero ha le sue preferenze all'interno della sua dieta, alcune stazionano nei magazzini si stoccaggio altre in reparti di lavorazione, larve e adulti si nutrono spesso dello stesso tipo di cibo.

I danni che i coleotteri possono causare sono la contaminazione degli alimenti con feci, esuvie, peli e microrganismi trasportati passivamente.

SPURGO EXPRESS | 24, Via S. Maria Al Mare - 47921 Rimini (RN) - Italia | P.I. 02696090402 | Tel. +39 0541 53446   - Cell. +39 335 6241869 | Fax. +39 0541 1902597 | spurgoexpress@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite